Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

MISSIONE VITA: 4 ESPERIMENTI RIENTRANO A TERRA

   25 Settembre 2017, Livorno (Italy) - Vengono consegnati  al team di Kayser Italia i 4 esperimenti della Missione Vita atterrati lo scorso 18 settembre a bordo della capsula CRS-12 Dragon.

Gli experiment container di CORM, MYOGRAVITY, NANOROS e SERISM giungono direttamente dagli  Stati Uniti nella sede di Kayser Italia dove il team ingegneristico provvede alla loro conservazione  a temperatura  controllata di -80° in un frigo apposito presso il centro aziendale per il supporto agli esperimenti “ICARO”.

Nei giorni seguenti , gli esperimenti MYOGRAVITY e SERISM sono stati consegnati rispettivamente ai team scientifici dell’Università di Chieti e Università di Roma Tor Vergata e Campus Biomedico, con un trasporto mantenuto a bassa temperatura.

Nelle rispettive sedi  i pool scientifici hanno provveduto all’apertura degli Experiment Containers (KIC),  al prelievo dei campioni ed all’effettuazione delle prime analisi qualitative  di controllo, preliminari alle analisi più approfondite che, attualmente, sono già in corso.


 

25th September 2017, Livorno (Italy) . The team of Kayser Italia is handed over the four experiment of Vita Mission landed the last 18 September on board the CRS-12 Dragon capsule.

The experiment container with CORM, MYOGRAVITY, NANOROS and SERISM come from USA directly to Kayser Italia where the engeneering team provides for their conservation at controlled temperature -80°  in the company centre for the experiment support  "ICARO"

In the following days, the experiment MYOGRAVITY and SERISM were delivered respectively to the scientific team of University of Chieti and University of Roma Tor Vergata and Biomedical Campus with a low temperature transportation .

In their respective laboratories the scientific pool opened the Experiment Containers (KIC), they took the samples and made the first quality control analysis, these before the more in-depth analysis that is currently underway.

 

Myogravity Team                                           Serism Team

 

 


 

IL LICEO CECIONI SI PREPARA ALLO “SCHOOL CONTACT” CON LA ISS

Livorno, 27 Settembre 2017 - Continua il percorso didattico del Liceo Scientifico “Cecioni” verso lo “school contact”. La scuola di Livorno è stata selezionata per ospitare lo “School Contact” un collegamento radio  in diretta dalla scuola durante il quale gli studenti potranno fare domande all’ astronauta Paolo Nespoli a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, la ISS.

Si arriva al collegamento dopo tante attività organizzative e didattiche in cui sono coinvolti gli studenti, gli insegnanti e diverse associazioni. Dato il contesto spaziale non poteva mancare il contributo della Kayser Italia, l’azienda livornese che da oltre 30 anni si occupa di ricerca spaziale e che oggi è particolarmente coinvolta negli esperimenti che Paolo Nespoli sta portando avanti sulla stazione. La Kayser Italia, in qualità di referente principale per la realizzazione e monitoraggio degli esperimenti della missione denominata “VITA”, (Vitalità, Innovazione Tecnologia Abilità),   ha avuto il piacere di spiegare il ruolo fondamentale della scienza nello spazio con esempi e riferimenti storici. Grazie al contributo di Fabrizio Carrai e Gianluca Neri, responsabili dei progetti e della sala di controllo della Kayser Italia , la platea di oltre 200 studenti ha potuto apprendere le caratteristiche principali della ISS, la sua struttura, i moduli, l’ esterno della stazione, la vita a bordo, gli arrivi e le partenze degli equipaggi e dei carichi di materiale. Sono stati inoltre mostrati i materiali di alcuni degli esperimenti già svolti dall’azienda sulla stazione.

Read more ...

CRS-12 Dragon torna a terra

 18 Settembre 2017. La capsula CRS-12 Dragon ha concluso la sua dodicesima missione riportando a terra gli esperimenti di biomedicina inseriti nella Missione Vita. In attesa il team scienziati che analizzeranno i campioni per lo sviluppo di nuove tecnologie mediche.

(foto NASA)

 

 

 


 

Completata la missione di biologia sulla Stazione Spaziale Internazionale


24 Agosto 2017, ISS – Oggi alle ore 17:30 UTC (19:30 ora locale italiana) si sono concluse le operazioni di volo dei quattro esperimenti di biomedicina selezionati dall’ Agenzia Spaziale Italiana per la missione “ASI BIOMISSION”: CORM, MYOGRAVITY, NANOROS e SERISM. Gli esperimenti hanno raggiunto la stazione orbitante con il cargo SPX-12 il 16 Agosto scorso all’interno del BIOKIT, un contenitore di trasporto a temperatura controllata. L’astronauta italiano Paolo Nespoli ha provveduto alla cattura ed all’aggancio della capsula tramite il braccio robotico di bordo. Ed è sempre stato Paolo che subito dopo l’apertura del portellone ha provedduto ad inserire gli esperimenti nell’ incubatore dell’ Agenzia Spaziale Europea “KUBIK”, per l’esecuzione dei protocolli scientifici in condizioni di temperatura controllata. Tutti gli esperimenti sono stati eseguiti mediante equipment scientifico dedicato prodotto da Kayser Italia (incluso il BIOKIT), seguendo tempi di incubazione differenti. Durante 7 giorni, Paolo Nespoli ha eseguito 5 interventi terminando l’ incubazione e spostando nel “MELFI 3”, il congelatore di bordo della stazione, i 16 campioni sperimentali. Il rientro a terra dei campioni per le analisi è previsto per la metà di settembre con la stessa capsula che li ha portati nello spazio.

Come tutti gli esperimenti spaziali, le investigazioni scientifiche dell’ASI Biomission rappresentano una opportunità tanto importante quanto delicata. Per garantire il loro successo è stato fondamentale il ruolo del centro di controllo a terra ICARO, il Payload Operations Centre della Kayser Italia di Livorno responsabile delle operazioni per conto dell’ Agenzia Spaziale Italiana. Il centro è infatti rimasto in collegamento audio e video durante l’intera durata delle operazioni, supportando e supervisionando le operazioni dell’astronauta per il successo della missione. 

                                                                                                               

(Immagini - in alto sinistra:  il team lavora alla integrazione degli esperimenti allo Space Kennedy Centre, in basso a destra: Payload Operations Control Centre c/o Kayser Italia)

 

  Completed the biology mission on the Intenational Space Station

August 24th 2017, ISS - Today at 17:30 UTC the flight operations of the four biomedical experiments selected by the Italian Space Agency for the mission  “ASI BIOMISSION”, CORM, MYOGRAVITY, NANOROS and SERISM have been completed. The experiments reached the orbital station with the SpaceX-12 cargo on the August, 16th 2017 inside the Kayser Italia BIOKIT, a transport container at controlled temperature. The italian astronaut Paolo Nespoli grasped the capsule with the on-board robotic arm and soon after the opening of the hatch, installed the experiments into the European Space Agency incubator “KUBIK”, to carry out scientific protocols under controlled temperature conditions. All the experiments used dedicated scientific equipment produced by Kayser Italia, each with different incubation times. During the past 7 days Paolo Nespoli performed 5 operations ending the incubation and moving the 16 experiments units in the “MELFI 3”, one of the freezers on board the station. The samples will return on earth for the analysis in September with the same capsule that brought them in space.

As all the space experiments, the ASI Biomission scientific investigations are important and delicate opportunities. To ensure their success, it has been important the role of the ground control center ICARO, the Payloads Operations and Control Centre of Kayser Italia in Livorno. The ICARO centre was in charge of the supervision of all the operations on behalf of the Italian Space Agency. The centre was in video and audio link with the station during all the operations, supporting and overseeing the astronaut’s operations for the mission success.

Photos - Experiment integration team working at KSC (top left), Payload Operations Control Centre c/o Kayser Italia (bottom right)

 


 

Copyright